Crediti  Domande  Guestbook  Sfondi  Download  Disclaimer  Collaborazioni  Forum  Banner  FAQ  Chi siamo  Contatti     

       

.:: Menu ::.

Video Alieni
Casistica
Razze Aliene
50 Anni di Ufo 
Autopsia Aliena
Classificazioni
Articoli Ufologici
Abduction
Area 51
Roswell
Enigmi Storici
Foto Ufo
Cerchi nel Grano
Links
Mondo Ufo
Ultime Notizie
Fermare il tempo
Perchè si nascondono
La Scienza e gli Ufo
I falsi riconosciuti
La guerra dei Mondi
Casi celebri
FBI a caccia di Ufo
Le sfere Orbs
Le luci di Hessdalen
Testimonianze
Come orientarsi
Dopo un rapimento
.:: Forum ::.
Entra nel nostro forum per parlare di ufologia, misteri e non solo.

.:: Articoli ::.

Universi paralleli
Nasce l'ufologia
I feti alieni
I fulmini globulari
Interferenze aliene
Controcorrente
Invisibili all'occhio
Mappe celesti
Progetti ambiziosi

 .:: Primo Piano ::.          

  
| Vai all' archivio |


40 anni dal "crash di Kecksburg"
Analisi sul nuovo caso Roswell

Cade in questi giorni un importante anniversario per l’ufologia. Esattamente 40 anni fa, precisamente il 9 dicembre 1965 a Kecksburg, nel Westmoreland County, in Pennsylvania avveniva quello che molti hanno ribattezzato il Nuovo caso Roswell, per le analogie con l'incidente avvenuto nel Nuovo Messico. Quella sera un corpo luminoso si è fatto largo nel cielo venendo a contatto con l'atmosfera e diventando incandescente. La sua corsa finì presumibilmente in un bosco. Gli abitanti di Kecksburg seguirono con attenzione il susseguirsi degli eventi, udendo ripetuti frastuoni e un forte colpo finale, probabilmente causato dall'impatto  somigliante al caratteristico rumore di un tuono. Di li a poco si assistette all'arrivo degli agenti federali e della polizia che recintò meticolosamente la zona dell'impatto proibendo il transito ai civili. La spiegazione che fu data per il dispiegamento ingente di uomini e mezzi fu quella della caduta di un meteorite, tesi peraltro mai confermata dal governo federale degli Stati Uniti, ma solo dalle autorità locali. La stampa sostanzialmente ignorò la notizia fatta eccezione per poche righe apparse nel giornale "The Tribune ­Review" che spiegavano laconicamente di un oggetto non identificato precitato e recuperato dai militari, senza addentrarsi in analisi o far filtrare nuove indiscrezioni. Poi il silenzio, che rimase ininterrotto per 25 anni.
Ad oggi sono naturalmente emersi nuovi elementi ed è cambiata ufficialmente  anche la natura dell'oggetto che secondo la versione dei
portavoce della NASA sarebbe un satellite russo vittima di un guasto tecnico che, entrato nell' atmosfera, ha cominciato a bruciarsi prima di atterrare.

Ma nessuna di queste spiegazioni , ne quella del meteorite, ne quella del satellite, soddisfano coloro che videro l'oggetto, e che sostengono che non ci sia stato nessun impatto con il terreno, ma un  atterraggio morbido, simile a quello che le capsule dell'Apollo effettuano quando si adagiano sulla superficie della Luna. Evento questo in contraddizione con quanto affermato dagli enti governativi. Molti ricercatori hanno provato ad indagare, per documentare meglio i vari risvolti della vicenda, sentendo parallelamente la storia  dei testimoni e  la versione delle autorità per disegnare in maniera oggettiva le conclusioni, e fare luce su cosa è accaduto realmente quella notte di  40 anni fa.

Uno degli autori della ricerca è Leslie Kean, che curò un servizio per il canale via cavo Sci-Fi Channel , una delle reti  possedute dal colosso delle comunicazioni NBC. Convinto delle anomalie del caso, Kean e alcuni suo collaboratori, due anni fa hanno portato la NASA in tribunale, facendo riferimento alla legge sulla trasparenza delle informazioni, e raccogliendo tutte le notizie che il governo teneva archiviate concernenti l'avvenimento.

Quella causa continua, ma nessuna rivelazione finora è stata sollevata dalle mani della NASA. L'avvocato di Kean ha tutt'ora presentato una nuova istanza ma il processo pare ad un binario morto.

Un portavoce della NASA ha confermato alla stampa accreditata  che l'agenzia quando le fu chiesto di analizzare i frammenti giunse alla conclusione che questi fossero riconducibili  ad un satellite russo.

Kean e Helfrich non credono alla spiegazione fornita dall' Agenzia Spaziale Americana. Infatti dopo avere studiato i percorsi orbitali dei satelliti conosciuti e di altre sonde, fino 1965, hanno concluso che l'oggetto non poteva essere un satellite russo o qualunque altro "mezzo" di natura artificiale.

Nuovi interrogativi vengono inoltre sollevati sulla forma dell'oggetto. Alcuni testimoni sostengono che fosse simile ad una grossa campana di bronzo con striature dorate ai lati e misteriosi segni mai visti prima.
Naturalmente queste indiscrezioni non ha trovato conferme sicure, e posso benissimo essere frutto di speculazioni o dichiarazioni distorte.

Restano tuttavia aperte parecchie questioni riguardanti l'oggetto misterioso rivenuto a Kecksburg.


Per prima cosa: perché subito dopo la caduta dell'oggetto l'intera zona fu recintata e interdetta ai civili, come se si dovesse nascondere qualcosa di compromettente?

Come mai le tesi che seguirono cambiarono radicalmente passando dal meteorite al satellite russo ( sempre di gran moda in questi casi) ?

Quali documenti sono rimasti segreti, e per quale ragione nel processo in cui furono citati in giudizio gli uomini della Nasa, questi  si rifiutarono di rendere pubblici i fascicoli sull'accaduto?

Perché si riscontano così tante teorie differenti rispetto all'impatto dell'oggetto e alla sua descrizione, tra i testimoni e i documenti ufficiali?

Le domande potrebbero continuare, e implicherebbero analisi di natura scientifica e tecnica, oltre alla criticabile condotta delle indagini della Nasa. Come spesso succede in questi casi la realtà si mischia con le congetture, e i vari livelli di inchiesta vengono inglobati tra loro, e ne viene fuori una frustrante deviazione dai fatti reali. Molto probabilmente non sapremmo mai cosa successe davvero la sera del 9 dicembre 1965, almeno non in maniera soddisfacente, quello che oggi sappiamo è che purtroppo ancora una volta il caso di un oggetto non identificato caduto al suolo è stato liquidato come un satellite. La solita sonda scaccia pensieri. E i documenti messi sotto chiave. Se davvero non c'era nulla da nascondere perché ostinarsi a tenere l'opinione pubblica fuori dall'accaduto. La storia è rifatta in tanti piccoli modi. Ma purtroppo troppe volte rischia di diventare la storia di pochi, noi speriamo che un giorno, questo ed altri casi misteriosi diventino la storia di tutti.

Ufoonline.altervista.org ©
TEAM UFOONLINE


Indietro


 .:: Multimedia ::.

Immagini

Alieni  .....
Crop Circle  .....
Ufo   .....
Area 51  .....
Nasa .....
Tecniche  .....

Videoteca

Celebri
Novità 
Amatoriali 

 .:: Segnalazioni ::.

Questionario Cisu ...
Numeri Utili ...

 .:: Dossier ::.
I capelli d'angelo
Il Majestic-12
Il Papiro Tulli
Segnali dallo spazio
Le missioni spaziali
La vita su marte
La Radioastronomia
La Luna di Giove
Linguaggio Cifrato
Tecnologie Aliene

...

 .:: Speciali ::.

Zeta Reticuli

Il programma SETI
La congiura 
Ufo e Religione
Cosa cambierebbe?
Impianti alieni
Il caso Roswell
L'equazione di Drake
Mutilazioni Animali
I rapimenti Alieni
Gli Ufo nel Cinema 
Il Governo ombra

I plasmodi

La paura del domani

...

.:: Statistiche ::. 

Sito ottimizzato a 1280x1024 
Ufoonline © 2005/06
.: Versione
7.0 :.
Tutti i Diritti Riservati