Crediti  Domande  Guestbook  Sfondi  Download  Disclaimer  Collaborazioni  Forum  Banner  FAQ  Chi siamo  Contatti     

       

.:: Menu ::.

Video Alieni
Casistica
Razze Aliene
50 Anni di Ufo 
Autopsia Aliena
Classificazioni
Articoli Ufologici
Abduction
Area 51
Roswell
Enigmi Storici
Foto Ufo
Cerchi nel Grano
Links
Mondo Ufo
Ultime Notizie
Fermare il tempo
Perchè si nascondono
La Scienza e gli Ufo
I falsi riconosciuti
La guerra dei Mondi
Casi celebri
FBI a caccia di Ufo
Le sfere Orbs
Le luci di Hessdalen
Testimonianze
Come orientarsi
Dopo un rapimento
.:: Forum ::.
Entra nel nostro forum per parlare di ufologia, misteri e non solo.

.:: Articoli ::.

Universi paralleli
Nasce l'ufologia
I feti alieni
I fulmini globulari
Interferenze aliene
Controcorrente
Invisibili all'occhio
Mappe celesti
Progetti ambiziosi

 .:: Primo Piano ::.          

  
| Vai all' archivio |

Il Cicap è Paranormale !
Quando si gioca a distruggere tutto...

Il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul 
Paranormale) e' un'organizzazione scientifica  fondata 
nel 1989 da Piero Angela e da un gruppo di studiosi e ricercatori. 
Se guardiamo i nomi dei membri dovremmo solamente star zitti di fronte alla grandezza e allo spessore culturale e scientifico di gente come Umberto Eco, Silvio Garattini, Margherita Hack, Rita Levi Montalcini, Tullio Regge, Carlo Rubbia. Ma come sempre succede in organizzazione di questo tipo ecco che si corre il rischio di passare ben presto dal rigore scientifico al cameratismo delle proprie idee. In questi anni non si può negare che il comitato abbia svolto un controllo sulla speculazione e la voglia di ingannare le categorie che sempre più spesso cadono vittime di truffe ed imbrogli ben congegnanti.  Ma il limite tra fermezza sui postulati della scienza e chiusura mentale è sottile ed il CICAP lo ha ormai superato di gran lunga. Ora il suo scopo è distruggere non solo ogni tipo di idee vagamente non contingente con la loro visione di paranormale, ma trattare chiunque asserisca il contrario come visionario schizofrenico. Tutto è razionale, tutto è comprovato, tutto si spiega semplicemente, quasi banalmente e con una punta di superbia. Così gli Ufo in Messico avvistati dai radar diventano fuochi dei comignoli ( ma per favore ! ), gli IR3 sono eventi psicopatologici spiegabili di volta in volta, i fenomeni di Poltergeist visioni paranoiche dovute alle bizze del nostro cervello. Si riduce l'esistenza umana e quella universale ad un cumulo di certezze che ancora non abbiamo. Si spengono gli entusiasmi anche di fronte a palesi misteri che ancora oggi non sono spiegabili, con buona pace degli addetti del Comitato di Controllo sul Paranormale. Ma allora non si capisce perché da millenni si continui a studiare l'universo. Se conosciamo già tutto e l'agnosticismo integralista per usare un'espressione impropria è il futuro del mondo, perché cercare di portare le nostre conoscenze su un livello più alto? Semplice, per un motivo che smonta in maniera trasversale il credo del CICAP. Oggi conosciamo lo 0,1% dei processi inerenti l'esistenza non solo umana ma universale e l'interazione che essa ha con la natura e gli elementi. Per fare un esempio basti pensare alle ultime scoperte in merito alla possibilità di viaggiare nel tempo ( teoricamente possibile )  e di spostare particelle di materia da un punto all'altro in maniera contemporanea( molti esperiementi sono stati condotti con successo) . Così può accadere che  il 14 ottobre 1917 il Sole si muova in maniera incredibile nel cielo di Fatima sparendo e ricomparendo davanti a 60.000 persone che testimoniano ciò che hanno visto, oppure che centinaia di pazienti nel mondo dati per morti il giorno dopo abbiano riassorbito metastasi e forme tumorali così grandi da essere stati dati per spacciati in meno di 48 ore... E di fronte a questi fenomeni il CICAP che dice? Siccome non può tirare fuori la solita solfa delle allucinazioni ( 60.000 allucinati sono troppo anche per loro ) o contraddire gli esami medici e clinici sui casi di guarigioni non spiegabili ( andrebbero contro la scienza certificata  che loro stessi dicono di rappresentare ), allora hanno pensato bene di coniare la frase " Allora replicatelo ". Ecco la loro teoria che riporto in maniera letterale " se ci sono, una o più di queste cose, qualcuno vuole essere così cortese da mostrarle a tutti noi altri e condividere la felicità per una così importante scoperta? Se invece si tratta null'altro che di ipotesi, di teorie non suffragate da alcun riscontro, di raccolte di sogni e belle speranze ". Ma il loro sbaglio è proprio nel pretendere serialità, se per sua natura un evento è paranormale non è seriale, non è ripetibile a piacimento. Gli studi devono essere fatti su una casistica, su modelli matematici che vanno a scoprire se l'evento è statisticamente rilevante non se può essere riprodotto in ogni circostanza, in caso contrario ci troveremmo di fronte ad un evento comune e non paranormale. Tralasciamo il premio di 1.000.000 di $, pateticamente strombazzato ma che avrebbero già dovuto elargire a centinaia di enti e istituzioni scientifiche prima fra tutte il Consciousness Research Laboratory dell'Università di Las Vegas  diretto dal dr. Radin, che ha dimostrato in diversi studi pubblicati sulle più importanti riviste del mondo di settore,  l'interazione comprovata tra mente e materia nella Coscienza umana. Ora per arrivare a una conclusione possiamo dire due cose: la prima è che esiste la scienza che si mette al servizio della conoscenza e la scienza che nega l'esistenza della probabilità. E se per definizione non esiste in natura l'imprescindibile non vedo perché si continui ad affermare che ciò che non si vede non esiste. Meriterebbe un'analisi a parte il capitolo Ufo visto che si continua a considerarlo a torto Paranormale mentre oggi sappiamo che fa parte dell'evoluzione naturale del cosmo e che comprovato che i fondamenti della vita sono universali è che quindi è molto più probabile l'esistenza di forme di vita aliene che non il contrario. Eppure ancora si parla come se l'esistenza di una forma di vita alternativa entri nel cerchio dei fenomeni paranormali. Se si andasse ad analizzare l'equazione di Drake ci si accorgerebbe di come siamo lontani dalla verità. E un'ultima cosa va detta: lasciateci la speranza che non siamo soli, noi con noi stessi e noi con le nostre certezze. Se fosse vero sarebbe un gran casino !

© TEAM UFOONLINE
Emanuele Atzori e Giorgia Nerosi

 


Indietro


 .:: Multimedia ::.

Immagini

Alieni  .....
Crop Circle  .....
Ufo   .....
Area 51  .....
Nasa .....
Tecniche  .....

Videoteca

Celebri
Novità 
Amatoriali 

 .:: Segnalazioni ::.

Questionario Cisu ...
Numeri Utili ...

 .:: Dossier ::.
I capelli d'angelo
Il Majestic-12
Il Papiro Tulli
Segnali dallo spazio
Le missioni spaziali
La vita su marte
La Radioastronomia
La Luna di Giove
Linguaggio Cifrato
Tecnologie Aliene

...

 .:: Speciali ::.

Zeta Reticuli

Il programma SETI
La congiura 
Ufo e Religione
Cosa cambierebbe?
Impianti alieni
Il caso Roswell
L'equazione di Drake
Mutilazioni Animali
I rapimenti Alieni
Gli Ufo nel Cinema 
Il Governo ombra

I plasmodi

La paura del domani

...

.:: Statistiche ::. 

Sito ottimizzato a 1280x1024 
Ufoonline © 2005/06
.: Versione
7.0 :.
Tutti i Diritti Riservati