| Redazione | Cerca | Pubblicità | Hits | Donazioni |

   

PRIMO PIANO | ARTICOLI | EDITORIALI | ASTRONOMIA | RUBRICHE | RECENSIONI | AGENZIE | OPINIONI | MARTE | AIUTO | LETTORI
 

 

Entra nella Community
Mailing List  Registrati  Login  Chat                      
Username
Password
  
 

Menu

Ufologia
Nascita
Casistica
Classificazioni
50 Anni di Ufo 
Razze
Fenomeni
Abduction
Impianti
Feti alieni
Cerchi nel Grano
Fatti storici
Roswell
Area 51
Casi celebri
Autopsia Aliena
Altri fenomeni
Le sfere Orbs
Le luci di Hessdalen
I Plasmodi
I Flussi invisibili
 Forum
Entra nel nostro forum per parlare di ufo, misteri e  paranormale.

 

 
 Avvistamenti


Vuoi segnalare
un avvistamento
?
Clicca qui


Vuoi saperne di più ?
Leggi il nostro manuale

Scarica il questionario



 

 

 

Esopolitica

Il Majestic 12
I segreti dell'FBI
Il governo Ombra
 I Cover Up
   
 Assistenza

 Aiuto Tecnico

 Collaborazioni
 Filo Diretto
 F.A.Q
 Links

Vedi tutti i Links [...]

Vedi tutti Banner [...]

 

 Channels

 

 PRIMO PIANO                                                                  


| Vai all' archivio |

Chi ha paura dell'Apocalisse?

In questi ultimi anni è tornato di moda gridare alla fine del mondo, non solo in ambito storico-religioso ma per ogni evento sociale e scientifico si scatena la voglia di ecatombe. Noi abbiamo voluto vederci chiaro. Ecco il nostro reportage.

Di Emanuele Atzori & Marco Maurioni

Il Signore Gesù scenderà dal cielo con grido di comando, e prima risusciteranno i credenti morti. Poi i corpi dei veri cristiani, ancora in vita, saranno trasformati e portati insieme ai credenti risorti sulle nuvole a incontrare il Signore nell'aria per essere sempre con Lui.


cf. San Paolo ai Tessalonicesi, I Epistola 4:16-17

Apoocalisse, tutti ne parlano, ormai in maniera sistematica e nessuno sembra temerla più. L'ultimo allarme in ordine di tempo è arrivato da CERN, in relazione all'esperimento del Large Hadron Collider, l'acceleratore  di particelle che secondo alcuni ricercatori  poteva creare un buco nero che avrebbe inghiottito la Terra in quattro anni, nel 2012 proprio la data che più di ogni altra è scolpita a caratteri cubitali come la fine dei tempi.

Come abbiamo visto non è la prima volta che viene annunciata la fine del mondo. Anzi, si può dire che la storia del mondo è piena di fini del mondo, ma certo questa sarebbe la prima fine del mondo tutta umana, una fine del mondo laica, senza sacre scritture, senza Dio e senza religioni, innescata in laboratorio, e quindi fuori dallo stereotipo classico.

 

Alcune correnti di pensiero ritengono che l’elevato e inusuale numero di disastri naturali che hanno colpito la Terra dall’inizio del nuovo millennio sia solo il preludio all’esplosione maggiore dai tempi del Big Bang, proprio quello di cui si parlava qualche riga sopra. Alcuni temerari hanno citato addirittura il famoso visionario francese del sedicesimo secolo, Nostradamus, che pare abbia previsto l’avvento di tre incarnazioni dell’Anticristo, Napoleone, Hitler e una terza persona, ancora non identificata. Ma cosa dice Nostradamus sul terzo Anticristo? La quartina 66 della Decima Centuria rivela che “ll capo di Londra col regno d’America (sarà), l’Isola di Scozia il gelo invaderà: Re ribelle e mendace Anticristo avranno, Che tutti quanti nelle dispute li spingeranno”. Il primo verso potrebbe riferirsi alla stretta alleanza tra il Primo Ministro inglese Tony Blair e gli Stati Uniti d’America, mentre il secondo (“il gelo invaderà”) indica forse un inverno nucleare? E se così fosse, chi è il “Re ribelle” di cui si parla? E chi è “l’Anticristo” che, secondo il quarto verso, ci porterà verso la Terza Guerra Mondiale?
Come si vede le libere interpretazioni si sprecano segno evidente della non attendibilità delle fonti, che possono essere utilizzate a piacere vista la loro genericità interpretativa.

Tuttavia la fine del Mondo resta un intreccio di interrogativi senza risposta.

 

 

Per cercare di avere delle risposte ad alcune di queste domande, dobbiamo rivolgerci ad un testo decisamente autorevole: l’Apocalisse di Giovanni. L’ultimo libro contenuto nel Nuovo Testamento, è anche l’unico della Bibbia ad essere interamente composto di letteratura apocalittica, e rivela gli eventi che avverranno alla fine del mondo: l’Avvento di un falso profeta, che successivamente si rivelerà essere l’Anticristo; il secondo Avvento di Cristo; la chiamata in Paradiso dei fedeli di Cristo; la sofferenza di coloro che rimarranno sulla Terra e la ribellione finale di Satana durante l’Armageddon. Uno degli aspetti più noti dell’Apocalisse è il riferimento a un ‘Anticristo’, l’incarnazione umana della ‘Bestia’, o Satana che dir si voglia, la cui apparizione significherà la fine del mondo o, almeno, l’inizio della Fine. Qualche anno fa esattamente qualche tempo prima del 6 giugno 2006, data che portava in dote il triplo 6 ritenuto simbolo del demonio, si scatenò nei media internazionali e in rete una serie spaventosa di paure alimentate solo da una sequenza di numeri "sei" che si placò solamente all'evidenza dei fatti. La Fox ne approfittò addirittura per il lancio del remake di Omen, un bimbo che annuncia la fine del mondo nei panni dell'anticristo, sfruttando a fini commerciali la diabolica data.

 

Ma esiste un'altra apocalisse che va molto di moda, e ha basi molto più solide su cui dibattere, si tratta infatti delle antiche profezie Maya, basate su una millenaria tradizione di osservazioni astronomiche, che indicano la data del 21 dicembre 2012 come l'inizio di una nuova era, il che indica la fine di un'era precedente. Dagli anni Quaranta, ma in misura maggiore dal 2003, l'attività solare è in pieno fermento, come non lo era dall'ultima glaciazione. Secondo gli astrofisici raggiungerà il picco nel 2012. Il campo magnetico terrestre, nostra prima difesa contro le radiazioni solari, è crepato, con falle delle dimensioni dell'attuale buco nell'ozono. I poli terrestri Nord e Sud si stanno invertendo. Alcuni geofisici russi pensano che l'intero sistema solare sia entrato in una nube energetica che sta contemporaneamente alimentando e destabilizzando il sole. La Terra potrebbe entrare nella nube tra il 2010 e il 2020. Gli stessi scienziati che hanno fissato l'estinzione del 70% delle specie viventi 65 milioni di anni fa, calcolano che una seconda analoga catastrofe sia già "in ritardo" di un milione di anni. Il supervulcano di Yellowstone, che erutta ogni 6-700 mila anni è pronto a svegliarsi. L'ultima eruzione simile, in Indonesia 74 mila anni fa, ha annientato il 90% della popolazione mondiale. Insomma una concatenazione di eventi che dovrebbe portare alla fine del mondo come lo conosciamo oggi, e che sarebbe predetta nel Calendario dei Maya.

 

 

Sulla fine del mondo si è espresso anche il genio della scienza Isaac Newton, si parla infatti di una sua lettera che, sulla base delle sole scritture bibliche, preannuncia la fine del mondo. E, con precisione scientifica, ne fissa la data nell'Annus Domini 2060. La lettera è la - Yahuda MS 7 - datata 1704. Questo conferma la grande passione di Newton per la faccia misteriosa della realtà, quella che la scienza ha sempre bollato di 'superstizione'. Newton studiando i versi del libro di Daniele, ha calcolato che il mondo sarebbe scomparso esattamente 1260 anni dopo la fondazione del Sacro Romano Impero d'Occidente. Il calcolo si basa sulla durata presunta della corruzione della Chiesa, calcolata a partire dall'inizio del potere temporale del papa - che nell'800 d.C. incorona Carlomagno Imperatore del Sacro Romano Impero - e per un periodo indicato dal profeta Daniele in 7-25 e 12-7, dove si legge: "per un tempo, dei tempi e la metà di un tempo, e quando la forza del popolo santo sarà interamente infranta, allora tutte queste cose si compiranno". Da tali parole Newton estrasse la cifra 1260, equivalente a un anno (1), due anni (2) e la metà di un anno (6 mesi).

Ma non dimentichiamoci di un'altra data da tenere d'occhio, la Pasqua del 2036, è proprio per allora infatti che è prevista la possibile collisione dell'asteroide Apophis contro il nostro pianeta. La minaccia si era rivelata così concreta che le Nazioni Unite saranno invitate ad assumere il coordinamento di una missione spaziale internazionale basata sul progetto innovativo di un «trattore gravitazionale» per deviare il corpo ed evitare il possibile impatto con il nostro pianeta. L’annuncio del coinvolgimento della massima rappresentanza dei governi mondiali nel caso Apophis è stato dato nel Febbraio 2007 dall’astrofisico Russel Schweickart, capo di un gruppo di ex astronauti della Nasa ora impegnati a tempo pieno nei programmi di monitoraggio degli oggetti cosmici.

L'ufologia è chiaramente parte integrate di queste sequenze apocalittiche, più che altro attraverso i comunicanti di sedicenti sensitivi e contattisti che dicono di aver ricevuto notizie di invasioni, colonizzazioni e rivelazioni di razze aliene che avrebbero deciso di mostrarsi. Il famoso ricercatore Corrado Malanga solo qualche tempo fa beffò la stampa specializzata annunciando la fine del mondo l'8 Luglio del 2008 riuscendo a creare un giro di notizie sopratutto in rete che ha dato risalto solo ad una volontà polemica di dimostrare quanto è facile oggi nell'era di internet costruire bufale e renderle credibili.

Ma il caso più famoso legato indirettamente ad una ipotetica civiltà aliena è quello legato ad un misterioso oggetto cosmico.. Si chiama Nibiru e secondo l'astronomia sumera è un pianeta che orbita intorno al Sole anche se per la maggior parte del suo periodo di rivoluzione si trova lontanissimo dal Sistema Solare. Non si tratta di un pianeta libero ma di un corpo celeste che regolarmente entra nel Sistema Solare ogni 3657 anni. Immensamente più grande di Giove, il pianeta Nibiru è un pianeta ipotetico dell'antica cosmologia dei Sumeri. In epoca recente è diventato oggetto di studio e diverse ipotesi (non scientifiche) sulla sua esistenza sono già state elaborate nel corso degli anni '70. Tra le ipotesi più affascinanti quella del sistema binario, costituito da due stelle, attorno al quale viaggerebbe il pianeta Nibiru. In base a questa spiegazione il pianeta farebbe da spola tra il Sole e una seconda stella (ipotetica) chiamata Nemesis, molto più vicina di qualsiasi altra stella conosciuta (circa 740 UA dal sole, 18 volte la distanza Plutone-Sole) ma anche difficilmente individabile perché priva di radiazioni. Nemesis si sarebbe formata contemporaneamente al Sole e successivamente raffreddata diventando una stella nana. Il pianeta Nibiru, o Planet X, ruoterebbe intorno a questo sistema solare binario. Si tratta di una teoria tutta da dimostrare, priva di fondamenti scientifici, come anche l'esistenza stessa del pianeta. Stando alle ipotesi l'ultima volta il pianeta sarebbe passato in epoca babilonese e lo stesso nome Nibiru ha origine sumeriche ed è stato ripreso dall'astrologia babilonese che lo legava al dio Marduk. Su questa ipotesi sono state costruite diverse elaborazioni pseudoscientifiche, alcune molto fantasiose, e diversi best seller dello scrittore Zecharia Sitchin. Inizialmente il suo nuovo passaggio vicino alla Terra era atteso per il 2012, in una recente pubblicazione di Sitchin però l'evento è stato posticipato al 2085. Il Pianeta dovrebbe distruggere la Terra attirandola nel proprio campo gravitazionale. Seppure affascinante per un best seller al momento l'esistenza di Nibiru è però priva di qualsiasi riscontro scientifico.

Come non citare infine il caso del cambio di millennio nel 2000 quando si assistette ad un fenomeno inquietante, sopratutto negli Stati Uniti, dove numerose famiglie vendettero la propria casa, molte persone sole si suicidarono, addirittura ci furono scene di sterminio di interi nuclei sociali. Le cause di tutto questo si scoprirono in seguito, una letale miscela di predizioni apocalittiche dei tempi andati, misticismo New Age, ambientalismo radicale, filosofie di sopravvivenza, o la ristretta visuale di gruppi di identità che annunciavano la fine del genere umano. Nel predicare che la fine è vicina - si tratti della fine del crimine, delle malattie, dei disastri naturali, collasso economico, il fallimento dell'affidarsi a particolari dottrine religiose o nel cambiare il proprio stile di vita - si trova incredibilmente un grande consenso e i risultati possono essere disastrosi.
Come difendersi? In un solo modo, la scienze della ragione, affidandoci a l'unica cosa che il genere umano ha conquistato per poter sopravvivere, la conoscenza scientifica. Forse non possiamo prevedere la fine del mondo, ma possiamo rimandarla o combatterla se questa sarà contrastato con mezzi imponenti e una coscienza più ampia.

Se invece avessero ragione le sacre scritture ci sarebbe poco da fare, com'è ovvio.

Pericoli naturali dunque e pericoli umani, date che si rincorro, tutte per fortuna smentite. Con la possibilità paradossale di redigere un piccolo calendario della fine in cui ogni giorno c'è un giorno X da segnare di rosso. Per ora ( per nostra fortuna ) la fine non è ancora arrivata.

 

 


 


Crediti: Ufoonline.it


 

 



         

     
        Dossier
| Speciali | Archivi


Torna alla Home | Torna indietro   Stampa il documento
 

  ARGOMENTI CORRELATI

Gli X files inglesi sono in rete
[...] Leggi
Discutine sul nostro forum
[...] Leggi
Extraterrestri, attacco imminente
[...] Leggi

Dossier | Speciali | Archivi
 

 In Evidenza

Segnala una notizia cliccando qui

...

 Extra

 Multimedia

Da You Tube
Da Google
Da Yahoo
Da Altavista


Sei già iscritto alla nostra community e vuoi vedere foto e video ufo esclusivi?
    
        Entra Subito



 
Sondaggio
Credi nell'esistenza di forme di vita intelligenti su altri pianeti ?

Risultati

 

 


       

 About Ufoonline : Video | On Tv | Cover | Teche | Guest | Archivio | Sfondi |
 
 Canali: Ufologia - Paranormale - Astronomia - Esopolitica - Tecnologia - Natura
Copyrights©2006 Ufoonline Network Sito ottimizzato a 1280x1024  Versione 7.0 Privacy Policy | Term of Use