Crediti  Domande  Guestbook  Sfondi  Download  Disclaimer  Collaborazioni  Forum  Banner  FAQ  Chi siamo  Contatti     

       

.:: Menu ::.

Video Alieni
Casistica
Razze Aliene
50 Anni di Ufo 
Autopsia Aliena
Classificazioni
Articoli Ufologici
Abduction
Area 51
Roswell
Enigmi Storici
Foto Ufo
Cerchi nel Grano
Links
Mondo Ufo
Ultime Notizie
Fermare il tempo
Perchè si nascondono
La Scienza e gli Ufo
I falsi riconosciuti
La guerra dei Mondi
Casi celebri
FBI a caccia di Ufo
Le sfere Orbs
Le luci di Hessdalen
Testimonianze
Come orientarsi
Dopo un rapimento
.:: Forum ::.
Entra nel nostro forum per parlare di ufologia, misteri e non solo.

.:: Articoli ::.

Universi paralleli
Nasce l'ufologia
I feti alieni
I fulmini globulari
Interferenze aliene
Controcorrente
Invisibili all'occhio
Mappe celesti
Progetti ambiziosi

 .:: La Luna di Giove ::.



A differenza di quanto si potrebbe pensare, la Terra non è l'unico posto nel nostro Sistema Solare a possedere acqua in forma liquida o un'atmosfera. Titano satellite di SAturno e Tritone, luna di Nettuno, presentano entrambi un'atmosfera a base di azoto, cosa che in qualche modo li rende lontani parenti del nostro pianeta. Inoltre ben due lune delle sedici di Giove presentano caratteristiche tali da far avanzare l'ipotesi che la vita lì possa aver attecchito.

In particolare Europa, definita dal planetologo André Brahic nel suo libro "Figli del tempo e delle stelle" "la più bella sfera da biliardo osservata nell'Universo", è interamente ricoperto da un mantello ghiacciato che lascia ben sperare di trovare un oceano "europeo" nascosto al di sotto di questa superficie. Essa presenta piccoli rilievi ghiacciati alti al più poche centinaia di metri. Questo pianeta, blandamente riscaldato dal Sole ormai molto lontano, fa registrare una temperatura superficiale di -270 °F e appare ovunque solcato da strisce paragonabili ad autostrade lunghissime che si incrociano molte volte, riconosciute come crepe aperte nel mantello ghiacciato.

Il passato di questa luna di Giove sembra essere stato molto simile a quello della Terra, ricoperta com'era da un oceano e da una atmosfera molto probabilmente composta dagli stessi elementi presenti nelle fasi iniziali della vita del nostro pianeta. Nelle prime fasi della sua formazione, questa luna ha goduto dell'apporto di energia fornito da Giove, stella mancata di bassa sequenza principale che- data la massa insufficiente per innescare le reazioni di fusione nucleare all'interno del suo nucleo centrale- "ha perso l'appalto per l'erogazione della luce nel sistema solare", appalto vinto come si sa dal Sole. Il fatto stesso che il pianeta più grande del sistema solare esibisca un corteo di ben sedici lune fa capire come, se le cose fossero andate diversamente, ora probabilmente parleremmo della stella Giove circondata dai suoi (almeno) sedici pianeti. Ciò che ha inibito il prosieguo del lento cammino che avrebbe potuto portare Europa a essere un gemello della Terra, pare sia stata proprio la grande distanza dal Sole, quasi abbia dovuto pagare per essersi schierato con il suo concorrente, il perdente Giove.

Ciò che si spera è che "covi la vendetta" nascondendo sotto la sua crosta ghiacciata alla vista dell'odiato Sole una o più forme di vita primitiva. La sua vicinanza al gigantesco pianeta Giove fa teorizzare agli studiosi che il nucleo roccioso posto al di sotto della crosta ghiacciata subisca delle forti deformazioni dovute alle influenze mareali causate dalla variazione della distanza di Europa dal pianeta. La sua orbita infatti è leggermente ellittica come quella degli altri satelliti più importanti osservati per la prima volta da Galileo e da lui chiamati Medicei. Ed è proprio l'attenta osservazione anche di questi altri e in particolare della superficie del tormentato Io, che si vede come le forze mareali possano indurre fratture superficiali e fenomeni vulcanici dati dal riscaldamento per frizione degli strati mobili del sottosuolo. Cose del genere lasciano ben sperare che al di sotto dello strato di ghiaccio possa sussistere un oceano reso liquido dall'alta temperatura dello strato roccioso. Questo potrebbe fornire un notevole apporto di sostanze essenziali per lo sviluppo della vita nell'ambiente acquoso che ne favorisce lo sviluppo.

L'osservazione di "fumaioli" sottomarini, piccole formazioni vulcaniche dette smoker, sui fondali oceanici può fornire un utile esempio di quello che ci si aspetta stia accadendo sotto la superficie ghiacciata di Europa: infatti, a stimolare ancora di più la ricerca della vita su questo satellite, concorre la recente scoperta di forme di vita estremofile, ovvero che riescono a vivere proprio nei pressi di questi smoker in condizioni assolutamente difficili e insospettabili sulla base delle caratteristiche manifestate dalle forme di vita esistenti in superficie. La NASA sta progettando di andare a verificare in situ quale sia la reale estensione dello strato di ghiaccio. La missione sembra essere già in preparazione e dovrebbe partire nel 2008. Verrà inviata una sonda robot che effettuerà una misurazione del tempo impiegato per la riflessione sul nucleo roccioso presente al centro del pianeta di onde sonore partite dalla superficie, un metodo elaborato dai sismologi per studiare proprietà del manto terrestre.

In seguito si tenterà un "carotaggio" della superficie per effettuare un prelievo del materiale europeo e, se dovesse essere confermata la presenza di un oceano nascosto dai ghiacci, verrà inviato un sottomarino robot, il "Cryobot" da poco messo a punto dalla NASA stessa e già testato nell'Artico, con il compito di andare a esplorare il fondale e trasmetterci le immagini.

torinoscienza.it


Indietro


 .:: Multimedia ::.

Immagini

Alieni  .....
Crop Circle  .....
Ufo   .....
Area 51  .....
Nasa .....
Tecniche  .....

Videoteca

Celebri
Novità 
Amatoriali 

 .:: Segnalazioni ::.

Questionario Cisu ...
Numeri Utili ...

 .:: Dossier ::.
I capelli d'angelo
Il Majestic-12
Il Papiro Tulli
Segnali dallo spazio
Le missioni spaziali
La vita su marte
La Radioastronomia
La Luna di Giove
Linguaggio Cifrato
Tecnologie Aliene

...

 .:: Speciali ::.

Zeta Reticuli

Il programma SETI
La congiura 
Ufo e Religione
Cosa cambierebbe?
Impianti alieni
Il caso Roswell
L'equazione di Drake
Mutilazioni Animali
I rapimenti Alieni
Gli Ufo nel Cinema 
Il Governo ombra

I plasmodi

La paura del domani

...

.:: Statistiche ::. 

Sito ottimizzato a 1280x1024 
Ufoonline © 2005/06
.: Versione
7.0 :.
Tutti i Diritti Riservati